0
635

L'AUTISTA GUARDAVA NELLO SPECCHIETTO

Sarebbe una distrazione l'origine della tragedia degli autobus a Gazzaniga. La scelta di guardare lo specchietto retrovisore anziché davanti. Così emerge dall'indagine relativa all'incidente del 24 settembre, in cui ha perso la vita Luigi Zanoletti, 14enne di Ardesio, e sono rimasti feriti altri due studenti, Paolo Marzupio di 16 anni e Simone Bigoni di 14 . L'autista, che era alla guida del pullman autosnodato, 57enne anni, residente a Nembro, lo avrebbe indirettamente confermato durante l’interrogatorio di venerdì in Procura. Avrebbe raccontato che, al momento dell’investimento dei tre ragazzi e del successivo impatto con l’altro bus della Sab, era intento a guardare nello specchietto retrovisore destro del mezzo. Questo perché, subito dopo aver oltrepassato la sbarra che dà accesso all’area arrivi-partenze della stazione, era impegnato in una svolta a destra per raggiungere le pensiline. Si trattava di manovre in uno spazio relativamente stretto, affollato da numerosi studenti e a lui poco conosciuto. L' autista che per la prima volta affrontava la linea Bergamo-Gazzaniga, durante la svolta temeva di finire con la fiancata destra contro ostacoli o, peggio, di investire qualche studente. Per questo era concentrato a controllare lo specchietto laterale destro. È una spiegazione che si concilia con la dinamica e che chiarirebbe il motivo dell’assenza di frenate. Avendo perso per un attimo la visuale centrale e non si sarebbe accorto dei tre studenti in procinto di salire sul bus per Ardesio, al cui volante si trovava un 52 anni, anch’egli indagato, la sua posizione è prossima all’archiviazione. Nel corso dell’interrogatorio di venerdì ha provato a sostenere che, tra i due mezzi, la precedenza toccava al suo. Se anche fosse vero (ma non è tema fondamentale dell’inchiesta), questo non sposta di un millimetro il presunto profilo di colpa del 58enne, dal momento che avere la precedenza non è un diritto assoluto che consente di avere ragione al di là di qualsiasi manovra, ma è un dovere da parte di chi la dovrebbe dare. Nel corso dei vari accertamenti gli inquirenti hanno scoperto che a luglio, il 58enne, era stato denunciato per minacce dalla ex convivente, anche se questo non avrebbe tuttavia influito sul comportamento alla guida. Per ora resta la distrazione di un attimo, all’origine della tragedia.
Condividi questo articolo:
Tags:

Previsioni

Albino

3.4°C

Cielo sereno
Umidità: 59%
Temp. min. : 2
Temp. max. : 4

Borno

-2.8°C

Cielo sereno
Umidità: 59%
Temp. min. : -15
Temp. max. : 4

Breno

3.1°C

Cielo sereno
Umidità: 59%
Temp. min. : 2
Temp. max. : 4

Capo di Ponte

-2.6°C

Cielo sereno
Umidità: 59%
Temp. min. : -15
Temp. max. : 4

Clusone

3.2°C

Cielo sereno
Umidità: 59%
Temp. min. : 2
Temp. max. : 4

Darfo Boario Terme

3.1°C

Cielo sereno
Umidità: 59%
Temp. min. : 2
Temp. max. : 4

Edolo

-15.0°C

Cielo sereno
Umidità: 84%
Temp. min. : -15
Temp. max. : -15

Iseo

3.3°C

Cielo sereno
Umidità: 59%
Temp. min. : 2
Temp. max. : 4

Lovere

3.1°C

Cielo sereno
Umidità: 59%
Temp. min. : 2
Temp. max. : 4

Pian Camuno

3.1°C

Cielo sereno
Umidità: 59%
Temp. min. : 2
Temp. max. : 4

Pisogne

3.1°C

Cielo sereno
Umidità: 59%
Temp. min. : 2
Temp. max. : 4

Ponte di Legno

-9.8°C

Cielo sereno
Umidità: 84%
Temp. min. : -15
Temp. max. : -6

Schilpario

-2.6°C

Cielo sereno
Umidità: 59%
Temp. min. : -15
Temp. max. : 4

Sovere

3.1°C

Cielo sereno
Umidità: 59%
Temp. min. : 2
Temp. max. : 4

Vilminore

-2.7°C

Cielo sereno
Umidità: 59%
Temp. min. : -15
Temp. max. : 4


Iscriviti alla Newsletter

Seguici e ricevi gratuitamente tutte le più importanti notizie e novità direttamente nella tua casella di posta! Iscriviti subito alla nostra Newsletter!