0
488

GOMME: SCOPERTA FRODE DA UN MILIONE

Un'azienda della Valseriana, nel settore dei panumatici, acquistava le gomme dall'estero attraverso società cartiere, che facevano da filtro. La merce giungeva in Italia senza Iva, le società cartiere la applicavano come previsto dalla legge, il gommista in questione li comprava ma l'Iva non veniva pagata, quindi non veniva versata allo Stato, però veniva detratta. Quella che i finanzieri della Tenenza di Clusone hanno scoperto è la cosiddetta “frode Carosello”: si tratta di un meccanismo, molto apprezzato in settori come le carni, i telefonini e le automobili, pensato per permettere agli evasori di proporre sul mercato prodotti a prezzi particolarmente concorrenziali, grazie al fatto di eliminare quella componente aggiuntiva che, nel prezzo, è rappresentata dall’Iva. A finire nei guai 6 persone: un 48enne di Parre titolare della ditta di pneumatici, denunciato per dichiarazioni I.V.A fraudolente e i 5 responsabili delle società cartiere denunciati per fatture false. L'indagine condotta dal Luogotenente Stefano Slavazza ha preso in esame i documenti contabili di quella che prima del 2016 era un'azienda poi trasformata in società e che opera appunto in Valseriana nell'ambito del commercio, riparazione e sostituzione di pneumatici per autoveicoli. Nel corso delle ispezioni, i finanzieri hanno trovato documenti che attestano la frode carosello: la merce veniva acquistata dall'estero senza Iva, come vuole il regime di non imponibilità e le società cartiere, erano diverse in varie parti d'Italia, dopo l'acquisto rivendevano la merce applicando l'IVA ordinaria italiana ma senza versare l’IVA esposta in fattura e senza presetare la dichiarazione annuale IVA. L'azienda della Valle Seriana, reale acquirente della merce, secondo le indagini però portava in detrazione l’IVA assolta sull’acquisto. In questo modo, trattandosi di operazione inesistente si sarebbe creato un indebito credito IVA. La frode fiscale ammonterebbe ad oltre un milione di euro e all'imprenditore, su richiesta del Gip, sono stati sequestrati in via preventiva, beni per circa 290 mila euro.
Condividi questo articolo:
Tags:

Previsioni

Albino

10.7°C

Nubi sparse
Umidità: 71%
Temp. min. : 6
Temp. max. : 13

Borno

9.1°C

Nubi sparse
Umidità: 71%
Temp. min. : 1
Temp. max. : 12

Breno

9.0°C

Nubi sparse
Umidità: 71%
Temp. min. : 1
Temp. max. : 12

Capo di Ponte

8.5°C

Nubi sparse
Umidità: 71%
Temp. min. : 1
Temp. max. : 12

Clusone

9.9°C

Nubi sparse
Umidità: 71%
Temp. min. : 3
Temp. max. : 12

Darfo Boario Terme

10.3°C

Nubi sparse
Umidità: 71%
Temp. min. : 6
Temp. max. : 12

Edolo

5.7°C

Nubi sparse
Umidità: 80%
Temp. min. : -2
Temp. max. : 11

Iseo

11.1°C

Nubi sparse
Umidità: 71%
Temp. min. : 7
Temp. max. : 13

Lovere

10.4°C

Nubi sparse
Umidità: 71%
Temp. min. : 6
Temp. max. : 12

Pian Camuno

10.2°C

Nubi sparse
Umidità: 71%
Temp. min. : 6
Temp. max. : 12

Pisogne

10.4°C

Nubi sparse
Umidità: 71%
Temp. min. : 6
Temp. max. : 12

Ponte di Legno

4.0°C

Nubi sparse
Umidità: 80%
Temp. min. : -2
Temp. max. : 8

Schilpario

9.0°C

Nubi sparse
Umidità: 71%
Temp. min. : 1
Temp. max. : 12

Sovere

10.4°C

Nubi sparse
Umidità: 71%
Temp. min. : 6
Temp. max. : 12

Vilminore

9.7°C

Nubi sparse
Umidità: 71%
Temp. min. : 3
Temp. max. : 12


Iscriviti alla Newsletter

Seguici e ricevi gratuitamente tutte le più importanti notizie e novità direttamente nella tua casella di posta! Iscriviti subito alla nostra Newsletter!